• Humangerie Team

Come l'America sta affrontando il COVID-19... Male

ENGLISH / ITALIANO


Un aggiornamento sulle cose più assurde che stanno succedendo da questa parte del mondo durante l'epidemia.


L’America pare uno di quei posti mitologici. Poi la Florida, precisamente a Miami, dove mi trovo io, ancora peggio. Esiste questo trend di ricercare su Google la data del proprio compleanno con la parola “Florida Man” e vedere cosa ne esce.


(Vi sfido a provare questa cosa… ecco cosa esce con il mio)


Insomma, tutto questo per dire che non è minimamente una sorpresa che tutta la nostra quarantena negli USA sarebbe stato un troiaio.


> Basta 'normale', abbiamo bisogno di cambiamenti


Il problema iniziale del COVID-19 qua è stato che il governo federale non è riuscito a mettersi d’accordo per un cavolo con tutti e 50 gli stati per effettuare una quarantena coerente. Dunque, ogni stato ha deciso per conto suo quando iniziare a chiudere i business ed effettuare nuove regole.


Inizia la quarantena in Florida, tutto semi-regolare. Si chiudono tutti i business non essenziali bar, hotel, scuole, ristoranti etc. Tra la lista di business essenziali troviamo:


  • World Wresting Entertainment (ovvero il WWE)

  • Campi da golf con i rispettivi country club

  • Negozi che vendono armi da fuoco e munizioni

  • Negozi che vendono marijuana medicinale



Poi, si inizia anche noi con i concerti sui balconi. L’altro giorno ha suonato David Guetta per questo palazzo residenziale molto posh. L’idea era anche carina, perché avevano intenzione di donare tutti i soldi guadagnati dal concerto a varie organizzazioni correlate con il COVID-19. In realtà, però, la città di Miami si è trasformata in un mini EDM Central con 200 persone attorno all’edificio per sentire il suo set… Alla fine è arrivata la polizia per disperdere tutte le persone.

Dato che il decreto qua ci permette ancora di fare passeggiate a giro senza regolamento, ora ci si ritrova per strada centinaia di persone ogni cazzo di giorno a tutte le cazzo di ore. Gente che prima andava a giro per il supermercato con il carrello automatico bevendo una bibita XL da McDonalds, ora le ritrovi per le strade di Miami a fare esercizio fisico per la prima volta dal 1998. Ovviamente tutti senza maschere.


Elezioni

A questo punto capisco che forse è meglio starsene a casa… però, in tutto questo, si stanno svolgendo le elezioni primarie per il prossimo presidente degli USA. Tu dici, magari dato che c’è una pandemia e tutto è in quarantena, rimandiamole. E invece no, 32 sui 50 stati hanno deciso di mantenere il proprio schedule per votare in persona. Per evitare un altro focolaio di COVID-19, metà della popolazione ha (giustamente) deciso di non votare.




Supporto economico

Nel frattempo, tutto il sistema di disoccupazione sta collassando per gli Stati Uniti. 70% delle persone che hanno richiesto i sussidi dal governo non hanno ricevuto niente (in Florida addirittura il 93% delle 1.5 milioni di persone non hanno ricevuto niente).

Tutti i siti web dove potresti fare domanda per la disoccupazione sono stati scritti con programmi dagli anni ’70 e ’80. DAGLI ANNI ’70?! Ma come minchia stiamo? Non sapevo neanche che la tecnologia di 50 anni fa fosse ancora compatibile. E infatti non lo è stata. Palesemente tutti i siti web per la disoccupazione si sono sovraccaricati e hanno fatto un crash pauroso. La soluzione del governo? Aprire un centro di disoccupazione in persona dove puoi richiedere i tuoi benefici.


Hialeah, Florida. Centinaia di persone si radunano all’ufficio di disoccupazione durante la quarantena.


OK, allora verso la fine di marzo il governo ci dice che ci daranno $1,200 per ogni persona che ha guadagnato sotto i $90,000 l’anno scorso. Se sei sposato $2,400 e $500 in più per ogni figlio che hai.

C’hanno messo sei settimane a decidersi per questa cosa, vabbè… Proseguiamo, stimolo economico deciso, e poi Trump dilunga ancor di più le cose perché vuole mettere la sua firma sui tutti gli assegni… quindi il governo annuncia che ci metteranno altri 4 giorni per questa storia. (Alla fine, questi assegni non sono neanche arrivati a circa un terzo delle persone per varie complicazioni)

Proteste

Ad aggiungersi al resto del troiaio, vanno pure menzionati tutti gli idioti che sono fuori a fare protesta contro la quarantena. Sì, ok, ci sono anche proteste in Europa, non siamo gli unici. Ma il livello di stupidità dimostrata alle proteste in America è imparagonabile a qualsiasi altro gruppo di persone. Non so bene se neanche loro sanno esattamente cosa stanno protestando.






Questa è la situazione in America cari amici, e anche se non siamo un magazine politico valeva la pena di raccontarvela come barzelletta piuttosto che come notizia di cronaca.


#notizie #cambiamento #america #istruzione #riflessioni

ABOUT               JOBS              SUBSCRIBE             CONTACTS

  • Facebook
  • Pinterest
  • Instagram

© Humangerie LLC