• Humangerie Team

HACKS: Come un cucchiaio può informarci sullo stato di salute del nostro corpo

E chi lo sapeva che un semplice cucchiaio potesse essere utilizzato per monitorare lo stato di salute del nostro organismo?



Ci sono due semplice tecniche che potrebbero darvi preziose informazione su cosa sta succedendo all’interno del vostro corpo. Ma mi raccomando, questo non sostituisce una visita medica!


Piuttosto, fatelo, e se qualcosa non va, chiamate il dottore.



IL TEST DELLA SALIVA


Usando questa tecnica, possiamo capire se i nostri organi stanno funzionando correttamente, monitorare il sistema endocrino e del metabolismo.


Come già accennato, questo non può sostituire nessun trattamento od opinione di un medico specializzato, però ci farà sicuramente comprendere meglio quei segnali che il nostro corpo ci dà, ma non riusciamo a vedere.




Procedimento:


1. Per prima cosa prendere il cucchiaio e strofinarlo sulla parte posteriore della lingua, praticamente raschiando dalla gola verso l’apertura della bocca.


2. Raccogliere attentamente tutta la saliva, abbiamo bisogno di uno strato consistente.


3. Riporre il cucchiaino in un sacchetto di plastica (meglio se ermetico) stando attenti a non eliminare la saliva posata.


4. Attendere un paio di minuti e poi tirare fuori il cucchiaio.



DIAGNOSI


Odore


Un cattivo odore è un importantissimo campanello d’allarme per capire lo stato del nostro organismo.


Un cattivo odore può essere segnale di problemi orali, come un’eccessiva quantità di batteri. Bisognerà prendersi cura del propria igiene orale e lavarsi di più i denti!


Oppure, potrebbe essere segno di disidratazione, spesso dovuta ad ansia o stress. In questo caso l’ovvio consiglio è di bere tanta acqua, ma pure usare il collutorio dicono sia un ottimo alleato.


Se l’odore persiste malgrado una corretta igiene orale, allora il problema non è più batterico, ma significa che si ha un problema all’interno dell’organismo.


Un odoro simile all’ammoniaca può essere riconducibile a problemi renali, mentre un odore di marcio solitamente è segno di polmoni o stomaco malsani. Un odore dolce, invece, potrebbe essere segno di diabete.


Colore


Porre il cucchiaio sotto una forte fonte di luce ed osservare attentamente.


Macchioline arancioni: segno di problemi gastroesofagei o segno di una malattia cronica dei reni.

Placca giallastra: problemi respiratori, per esempio una bronchite. Problemi circolatori, come un eccessivo livello di colesterolo nel sangue. Oppure difficoltà tiroidee.

Macchie bianche: infezioni respiratorie.


Non senti assolutamente niente e la tua saliva è troppo pulita? Bene, allora sei in ottima salute.



> Mangiare sano (e bene) è possibile: una guida alla corretta alimentazione



IL TEST DEL SONNO


Dormi 9 ore al giorno e ti senti stanchissimo? Cerchi di contare le ore di sonno ma le statistiche sono inutili? Con questo facilissimo test puoi finalmente capire se sei abbastanza riposato oppure hai un’ovvia carenza di sonno.



TI SERVONO:

Un cronometro

Un cucchiaino

Una sedia

Una pentola



Procedimento:


1. Mettere il cucchiaino sull’orlo della sedia prima di addormentarsi vicino al letto e appoggiaci sopra la mano.


2. Posizionare la pentola sotto al cucchiaino.


3. Mettersi in una posizione confortevole e con le condizioni ottimali per farsi un'ottima dormita (attenzione a luce, suoni etc.). Avviare il cronometro.


4. Ora puoi addormentati.


Quando ti sarai addormentato tua mano scivolerà dal cucchiaino che, a sua volta, cadrà nella pentola facendo un bel frastuono.


5. Il rumore, probabilmente, ti sveglierà e a quel punto potrai fermare il cronometro.


Il risultato di questo test di dimostrerà quanto ci metti ad addormentarti: ovviamente, significa che meno ci metti più stanco sei, più ci metti più il tuo corpo è riposato,



> La salute mentale è un giardino che abbiamo il diritto di curare



DIAGNOSI


Se fatto durante un pisolino pomeridiano o di prima mattina questo test sarà molto più veritiero, ovviamente la sera, dopo una faticosa giornata, ci si addormenterà per forza più velocemente.


Se ti addormenti entro 5 minuti: hai una grave carenza di sonno.


Se ti addormenti entro 10 minuti: hai una carenza moderata.


Se ti addormenti entro 15 minuti: hai delle leggere carenze.


Se ti addormenti entro 20 minuti: non presenti alcuna carenza.



Quindi, se ti mattina o primo pomeriggio ti addormenti molto velocemente, vuol dire che la notte non stai dormendo bene per niente, il che può essere sia dal fatto che dormi troppo poco, o che dormi troppo male.



Un sonno considerato sano va dalle 6 ore in su, quindi se dormi questo quantitativo o di più, non fai parte della categoria del dormire troppo poco. Solitamente, comunque, di media un umano si sente veramente risposato dopo 7 ore di sonno.



Questi sono un paio di velocissimi trucchi che potrebbero davvero fare la differenza: in qualche minuto potresti avere delle importanti informazioni riguardo lo stato di salute del organismo e della tua psiche. Se questi test dovessero dare risultati spiacevoli ti consigliamo di contattare un medico al più presto - potrebbe essere qualcosa di più serio rispetto a del semplice stress, ma non allarmatevi prima di sapere, mi raccomando!



Proposte letterarie per dormire meglio:


> Il sonno felice. Dormire bene per vivere meglio (Marc Rey, 2018)

> Mangiare bene, dormire meglio. Consigli, idee e ricette per la buonanotte (Lorenza Dadduzio, 2019)


#consigli #sano #lifestyle #istruzione #umani

ABOUT               JOBS              SUBSCRIBE             CONTACTS

  • Facebook
  • Pinterest
  • Instagram

© Humangerie LLC