• Humangerie Team

I Mosuo: una società senza mariti

"Il loro interesse si focalizza sull’amore e sulla sessualità che, comunque, sono vissuti come due cose ben diverse. Il sesso è sesso e non c’è motivo per vergognarsene."



Vivendo in un luogo per tutta la vita, avendo pochi contatti con altre realtà, siamo abituati a certe regole. Non riusciamo a guardare il mondo da una prospettiva diversa e crediamo che queste regole siano uniche e giuste. Esaminando, invece, nuove culture con lo spirito del viaggiatore saremo in grado di ampliare i nostri orizzonti e forse di mettere in discussione il nostro mondo. Viaggiando ci potremmo rendere conto che giusto e sbagliato sono concetti relativi, e cambiando punto di vista, essi cambieranno a loro volta.


Un esempio sono le donne Mosuo che appartengono alla minoranza etnica cinese nella provincia dello Yunan, le cui abitudini di vita dovrebbero farci riflettere. Non solo perché le donne, qui, dirigendo la vita della comunità occupandosi dalla famiglia, del villaggio, dell’organizzazione del lavoro e dell’amministrazione dell’economia hanno un ruolo di prima piano, ma soprattutto per il loro singolare modo di vivere l’amore in libertà.


Le donne Mosuo possono scegliere liberamente il partner e cambiarne uno ogni notte. Insieme al compagno occasionale, raggiungono la casa della madre e vi consumano il rapporto. All’alba l’uomo prescelto torna a casa.



Ad ogni donna, subito dopo la pubertà, viene concessa attraverso un rito di iniziazione una stanza dedicata all’amore. Qui le Mosuo ospitano gli uomini, per una sola volta, per mesi, anni o tutta la vita.


Gli uomini possono entrare solo delle finestre e possono rimanere dal tramonto all’alba. Quando una donna decide di interrompere la relazione, chiude semplicemente la finestra.



> Cosa ho imparato della mia relazione tossica

> Non fare sesso per lungi periodi non e la fine del mondo



Se anche molto donne Mosuo hanno relazioni monogame, avere più amanti e figli non è considerato sbagliato. Sono libere di fare le proprie scelte. Tutti gli uomini e le donne vivono nella casa natale, e in ambito politico sono chiamati a discutere a partire dai 13 anni.


I figli rimangano alle donne e a figura paterna è inesistente, molto donne non sanno nemmeno chi sia il padre.



In ogni caso, i bambini hanno un ottimo rapporto con gli uomini della comunità e quest'ultimi, oltre ad occuparsi dell’allevamento, della pesca, della macellazione della carne e del pesce, anche hanno responsabilità verso i figli delle sorelle. Cosi la struttura famigliare rimane stabile e non viene messa in discussione da eventuali divorzi.


Sia le donne che sia gli uomini Mosuo non ambiscono al matrimonio. I legami amorosi sono chiamati “axia” e non prevedono la convivenza. Per loro è impossibile concepire la vita al di fuori della famiglia materna e questa non crea alcun problema. Non avendo nessun tipo di violenza nella società, il loro interesse si focalizza sull’amore e sulla sessualità che, comunque, sono vissuti come due cose ben diverse. Il sesso è sesso e non c’è motivo per vergognarsene.



> Come le donne della nostra generazione affrontano il sesso: male



A parte nella comunità Indiana Nayar del Kereta centrale questa tipo di rapporto è unico nel suo genere e non assomiglia a nessun altro sistema societario del mondo presente. Ciò che lo rende ancora più interessante è il modo estremamente diverso di concepire sia la monogamia che la poligamia e il diverso valore che per loro ha il rapporto coniugale: per noi un quasi un "contratto" prettamente esclusivo, per loro un'ideale di libertà. Per i Mosuo il rapporto marito-moglie sembra prendere forma in un rapporto di amicizia e nel rispetto che si crea tra sorella e fratello, dove quest'ultimo si prende a carico i figli della sorella e condivide con essa l'abitazione.


Questo popolo è riuscito a conservare usanze antichissime malgrado le numerose minacce a cui è stato sottoposto nel corso del tempo da culture dominanti che noi considereremo più "normali". Ciò è la dimostrazione di come il mondo non è necessariamente ciò che conosciamo noi, non c'è un unico ideale di normalità (come spesso ci fanno credere da questa parte del globo), ci sono alternative possibili ed apparentemente inconcepibili che invece funzionano. Questo significa che vivere secondo regole diversissime da quelle che consideriamo abitudinarie è possibile, non che siano per forza migliori o peggiori, ma, semplicemente, che il mondo non è a senso unico.



#lifestyle #riflessioni #esperienzedivita #umani#cambiamento

ABOUT               JOBS              SUBSCRIBE             CONTACTS

  • Facebook
  • Pinterest
  • Instagram

© Humangerie LLC