• Humangerie Team

Ketamine therapy contro la depressione

Sebbene la ketamina è principalmente riconosciuta per il suo uso illegale nella scena dei club o come anestetico per cavalli, questa droga sta generando stupore nel campo della psichiatria da quasi 20 anni.


Vari ricercatori di università come Yale e Harvard hanno scoperto che la ketamina ha l’abilità di alleviare la depressione nel giro di poche ore. Questa rapida inversione dei sintomi è in netto contrasto con l'attuale serie di antidepressivi che ci impiegano almeno qualche settimana per iniziare ad avere effetto sui pazienti.


Le persone che assumono la ketamina in modo ricreativo lo fanno appunto per il suo effetto ad azione rapida, che è in genere un'esperienza fluttuante o fuori dal proprio corpo, unita ad un senso di euforia. Ma non è il tipo di droga del partito che aumenterà le tue abilità sociali. Dopotutto, è un anestetico: i fruitori si ritirano nelle loro menti e provano allucinazioni, a volte riportando esperienze religiose o persino una sensazione paragonabile alla rinascita. Gli svantaggi dell'uso ricreativo del farmaco comprendono il rischio di sovradosaggio, dipendenza e ipertensione.


Ma per qualcuno che soffre di intensa depressione, quella "rinascita" può essere incredibilmente terapeutica.


La sua ascesa come trattamento per la depressione è accaduta l’anno scorso quando la Food and Drug Administration negli Stati Uniti ha approvato l’uso del farmaco per il trattamento della depressione estrema ed altri disturbi mentali come la bipolarità e l’ansia sociale. Adesso cliniche specializzate stanno apparendo in tutti gli Stati Uniti proponendo il suo uso come una soluzione efficace contro la depressione.


Questo fenomeno sta prendendo piede a tal punto che io mi sono pure ritrovata molteplici pubblicità su Instagram sponsorizzando la ketamine therapy. Addirittura, ora puoi fare una consultazione gratuita online per $200 e te la spediscono a casa in vari dosaggi sotto la supervisione di un medico. Questo è un metodo meno tradizionale, ma giusto per capire quanto il suo uso sta iniziando a diffondersi in questa parte del mondo.


> Vite al limite: le verità di un'esperienza pre-morte


Come funziona


L'uso della ketamina per la depressione può effettivamente aiutare a riparare le sinapsi dei neuroni che in genere non funzionano correttamente nel cervello dei pazienti depressi. La ketamina provoca una risposta nel cervello, ed è l'adattamento a quella provocazione - la ricrescita delle connessioni sinaptiche - ad essere il responsabile del rapido miglioramento dell'umore.


La ketamina influenza i livelli del neurotrasmettitore glutammato, mentre gli antidepressivi tradizionali come il Prozac si concentrano sui recettori della serotonina. La somministrazione di ketamina per via endovenosa ha dimostrato di aumentare rapidamente i livelli di queste proteine ​​sinaptiche, con effetti significativi osservati dopo sole due ore e che possono anche durare per settimane dopo la somministrazione.


La ketamina è un antagonista del recettore NMDA (N-metil-D-aspartato), ciò significa che mira all'assorbimento del glutammato nelle cellule nervose, a differenza dei tradizionali antidepressivi, che aumentano i livelli di serotonina bloccando il riassorbimento del neurotrasmettitore. Il glutammato è associato a l'eccitabilità - tra le molte altre funzioni cerebrali come la memoria. Mentre il cervello metabolizza la ketamina, vengono creati nuovi percorsi neurali che aiutano a ripristinare la funzione cancellata dalla depressione. È questo effetto, non l'esperienza di allucinazioni o dissociazione, che può aiutare a curare la depressione.


Ci sono due metodi per consumare il farmaco: via iniezione endovenosa o via spray nasale. Le infusioni endovenose durano circa 60 minuti ognuna, suddivisa in varie sessioni in base alle necessità del paziente.


Le dose somministrate sono dosi molto più bassi rispetto a quelle comprate illegalmente. Quella illegale è davvero forte. Quando fanno il IV, è una dose più bassa perché non vogliono che diventi psicopatico o troppo dipendente dal farmaco.


> Uomini vs. donne: le paure segrete (e assurde) che i due sessi non dicono


Il futuro


La recente crescita della ricerca ha anche ampliato la portata del potenziale della ketamina per coloro che hanno a che fare con PTSD, ansia grave, depressione cronica, disturbo ossessivo-compulsivo e disturbo bipolare, offrendo nuove speranze agli individui che si sono sentiti senza speranza per troppo tempo.

Come con qualsiasi farmaco, gli effetti della ketamina possono essere pericolosi e abusati se utilizzati in modo improprio e per scopi non medici. E' altrettanto importante valutare l'impatto esponenziale che la ketamina potrebbe avere per coloro che soffrono di malattie mentali e sarebbe negligente non continuare l'espansione della ricerca di questo farmaco.


La depressione è una condizione in costante crescita in America e altrove, e richiede di pensare fuori dagli schemi, come succede con la ketamina. Un articolo della NBC riporta che dal 2013 le diagnosi di depressione cronica sono aumentate del 33%, compreso un aumento del 47% in quelle di età compresa tra 18 e 34 anni. La crescita esponenziale di questa condizione, nonostante il gran numero di antidepressivi chimici attualmente disponibili, indica che esiste un'enorme necessità e opportunità per trattamenti alternativi come l'uso della ketamina per la depressione.

Anche se tante cliniche negli Stati Uniti (ed a breve anche nell'Inghilterra) stanno iniziando a promuovere questa terapia al posto di altre c’è ancora tanta strada da fare. Come per la marijuana o l'MDMA, l'integrazione effettiva di questa sostanza nel sistema sanitario potrebbe richiedere ancora un bel po' di tempo, specialmente in Italia.



Leggi anche:


> Come liberarsi dallo stress e rilassarsi

> Il trauma è ereditario: impariamo a rompere il ciclo generazionale



#consigli#riflessioni#esperienzedivita#umani#cambiamento

ABOUT               JOBS              SUBSCRIBE             CONTACTS

  • Facebook
  • Pinterest
  • Instagram

© Humangerie LLC