• Humangerie Team

La cultura di OnlyFans ed il sex work digitale

OnlyFans è il prossimo, logico, passo di come gli influencer possano monetizzare e personalizzare il loro lavoro. Solo che si concentra sul sex work.



Due mesi dopo essermi laureata ho perso il lavoro a causa del COVID. Dopo essere stata costretta a lasciare il mio bellissimo appartamento a Miami e tornare a vivere con i miei genitori in Italia, qualche pensierino ce l'ho fatto anche io a crearmi un profilo su OnlyFans per guadagnare un po' di extra soldi. E le mie amiche pure.


Siamo arrivate al punto che una sera, mezze brille e mezzo scherzando, abbiamo deciso che volevamo crearci un profilo assieme dove iniziare a vendere foto dei nostri piedi. Una di noi farà la modella, l'altra il marketing e l'altra la fotografa professionale. Poi ci dividiamo tutti i soldi. Un piano perfetto, direi.


Scherzi a parte, questo non è un lavoro facile come sembrerebbe all'apparenza. Però ci sono tanti soldi da essere guadagnati se una persona si impegna seriamente. La piattaforma sta crescendo di brutto e, oggi giorno, non è più così strano vedere nella biografia di un influencer su Instagram un link al suo account su OnlyFans.



> Sesso e quarantena: cosa n'è stato delle nostre abitudini?



Cos'è OnlyFans? Capiamone di più...


Per quelli di voi che non sanno a cosa mi stia riferendo, OnlyFans è un sito ad abbonamento che esiste dal 2016, riconosciuto principalmente per i suoi contenuti 'sexy'.


OnlyFans si divide tra i fans ed i creators. I fan pagano intorno ai $10 al mese per l'abbonamento al sito in sé, e poi per iscriversi ai loro profili preferiti devono pagare altri abbonamenti, a seconda di quale livello sono interessati ad iscriversi e a seconda dei prezzi stabiliti dal creator.


I creators possono pubblicare qualsiasi tipi di contenuti sulla piattaforma: da foto di loro in lingerie, foto nude, video pornografici, oppure fetish particolari come dominant-submissive o, per l'appunto, un account per le foto dei loro piedi...


Con milioni di persone in disoccupazione e tante industrie che sono andate a puttane, OnlyFans ha visto una crescita del 75% di utenti durante il lockdown con 150,000 nuovi iscritti ogni giorno, particolarmente negli Stati Uniti ed in Australia.



Perché pagare?


Con l'eccesso di contenuti pornografici online, non possiamo fare a meno che domandarci... perché pagare per un abbonamento?


Nella mia vita, ho solo conosciuto una persona che ha ammesso di pagare per un account Premium su PornHub (liberandogli accesso a migliaia e migliaia di video di qualsiasi tipo senza pubblicità). D'altro canto, conosco almeno una dozzina di uomini intorno alla mia età che hanno vari abbonamenti per diverse persone su OnlyFans.


Allora ho deciso di dirigermi direttamente alla fonte per capire meglio il perché.


Beh, innanzitutto l'attrazione iniziale di OnlyFans si trova nella personalizzazione e gratificazione che regala l'investimento personale in una persona.


Tipicamente i creators ingaggiano i loro fans attraverso vari social tipo Instagram o su Reddit, creandosi una propria nicchia.


'Conosci' e 'segui' una ragazza o ragazzo attraente su Instagram con migliaia di follower da qualche mese e quando decide di aprirsi un account OnlyFans e paghi l'abbonamento al suo account puoi passare da vedere le loro foto semi-nude a foto completamente nude e ringraziamenti speciali e personalizzati per le 'donazioni' che stai dando.



> Sexting: capiamone di più



A differenza di un abbonamento per un account su un sito porno, i fans non sentono più che i contenuti siano impersonali. Anzi, i fans sono completamente coinvolti dato che un creator può anche essere contattato privatamente per farsi richieste di contenuti specifici e personalizzati. Così sentono una vera connessione con il creator attraverso tutti i social, creando così un senso di comunità.



Quanto stanno veramente guadagnando i creators?


La risposta a questa domanda è: tanto.


Appena entri nel sito di OnlyFans, anche prima di iscriverti alla piattaforma, arriva il seguente messaggio in inglese:

'Tutti possono guadagnare. Per quanto ci riguarda, se utilizzi i social media e produci i tuoi contenuti da solo/a, dovresti usare OnlyFans. Non importa se stai postando video di tutorial, consigli, dietro alle scene o una marea di selfie e basta, tanti dei tuoi follower sarebbero disposti a pagarti!'

E qui non possiamo dargli torto. Tanto vale guadagnare dai contenuti che stai regalando gratis. Certo, fino ad ora gli influencer potevano concentrarsi sul guadagnare soldi da vari sponsors, ma mai quanto potrebbero guadagnare su OnlyFans.


In quella stessa pagina del sito, offrono una calcolatrice che riesce a stimare quanto potresti guadagnare in base ai numero dei followers che hai attualmente e quanto saresti disposto a far pagare gli abbonamenti mensili.


Vi consiglio di seguire questo link e guardare un attimo che cifre possano apparire e farvi delle domande (come me le sono fatte anche io...)



Ci sono creators che guadagnano veramente fino ai $400,000 all'anno... Ragazze che a 22 anni sono già in grado di comprarsi una propria casa, macchina, vacanze di lusso ed avere ancora soldi da mettere da parte per il futuro.


Infine, il sito ritaglia solo il 20% dei profitti (rispetto agli altri siti per cam che ritagliano fino al 40% o di più) rendendo la piattaforma incredibilmente popolare ed accessibile agli utenti.




Il sex work digitale


L'esplosione di OnlyFans durante la quarantena era inevitabile. Tanti di noi ci stiamo scervellando, cercando nuovi modi per guadagnare soldi e, apparentemente, nuovi modi per masturbarci.


Ventidue milioni di Americani hanno perso i loro flussi di entrate originali a causa del virus e qualsiasi situazione di smart working da casa è attraente grazie alla sua stabilità percepita e al basso rischio. Ciò include sex workers, spogliarelliste, sugar babies ed escort che hanno dovuto spostare le loro operazioni dalla vita reale al mondo digitale e che non sono idonee per i controlli di stimolo. D'altronde, quelli che hanno ancora un lavoro hanno ancora soldi da bruciare e nessun posto dove spenderli.



> Innamorarsi di una escort non è come ce lo aspettiamo



Alla fine, tutti abbiamo opinioni diverse sulle etiche di questo mestiere. Tante persone si rifiuterebbero proprio di chiamare il sex work un mestiere, figurati se riusciamo a risolvere questo argomento ora. E' tutto un parere personale se sia un atto femminista o degradante.


La cosa innegabile però è che il sex work è un lavoro serio ed impegnativo. Su OnlyFans, questo spesso significa dedicarsi sette giorni alla settimana al sito, pubblicare costantemente su più piattaforme e acquistare le più recenti apparecchiature di illuminazione, fotocamere, costumi e giocattoli sessuali. Ci sono bonus di referral in continua evoluzione da considerare, metriche da calcolare, contenuti personalizzati per messaggi privati ​​e promozioni multipiattaforma da implementare. E' un branding e marketing constante del tuo personaggio online.



Sebbene il sex work digitale sia "più sicuro" in un certo senso, riducendo le possibilità di violenza fisica, stupro e malattie sessualmente trasmissibili, ci sono altri pericoli. Le molestie online possono portare allo stalking offline e bloccare gli utenti abusivi sulla piattaforma è difficile. 'È davvero difficile impedire a qualcuno di contattarti se non vuoi che lo facciano', racconta Rain DeGrey.


Poi c'è lo stigma della vita vera. I datori di lavoro con clausole morali possono utilizzare software di riconoscimento facciale e screenshot per associare coloro che fanno sex work ai loro veri nomi. Attualmente, OnlyFans richiede agli artisti di caricare una patente di guida per la verifica dell'identità, collegando immediatamente il loro contenuto a tali informazioni.


Man mano che le restrizioni causate dal lockdown continuano e le bollette si accumulano, il sex work digitale diventerà solo una fonte di entrate più diffusa.



Leggi anche:


> Se vogliamo relazioni amorose sane dobbiamo ripensare l'idea dell'amore

#umani #lifestyle #girlpower #esperienzedivita #riflessioni

ABOUT               JOBS              SUBSCRIBE             CONTACTS

  • Facebook
  • Pinterest
  • Instagram

© Humangerie LLC