• Humangerie Team

La mia esperienza con un "fratboy"

Alla scoperta di una (breve) relazione con uno dei più gettonati stereotipi dai teen-drama americani



Cos'è un fratboy?

Prima che possiate capire la mia esperienza, è necessario capire cosa intendo esattamente per 'fratboy'.


Fratboy è un termine usato in paesi anglosassoni per descrivere un uomo che fa parte di una confraternita universitaria. Molte università in America hanno delle società greche, o greek life, sui loro campus formate da varie confraternite e sorellanze.

Le confraternite possono essere professionali, tipo per studenti di medicina o di legge; possono essere onorarie come la società segreta di Yale 'Skull & Bones'; oppure semplicemente sociali. Tante persone si uniscono a queste organizzazioni per fare networking ed avere un certo status sociale. L’avrete visto nei film.


Un fratboy può essere innocuo, come può non esserlo. Questa storia è una piccola riflessione sulla mia esperienza personale con un stereotipico fratboy in una confraternita di tipo sociale.


Come l'ho incontrato

Il mio primo anno di università in America ho scelto di vivere sul campus in un dormitorio. Dato che qua non puoi bere alcol fino ai 21 anni, le opzioni di attività divertenti sono abbastanza limitate. Non che hai bisogno di alcol per divertirti, ma se parliamo onestamente, aiuta. Così quando mi hanno invitata al mio primo tailgate, un evento sociale ben riconosciuto sui campus americani, non potevo rifiutare l'offerta.


Un tailgate è una festa che si svolge nel parcheggio di uno stadio di football dove tutti si radunano intorno alle loro macchine per fare banda ed ubriacarsi prima di una partita (anche se metà della gente poi, non ci arriva neanche dentro lo stadio).


Le confraternite e sorellanze dominano i tailgates. Sono i gruppi più organizzati di tutti. Si portano dietro i loro pickup truck pieno di kegs, tavoli da ping pong, DJ...



> La mia esperienza con un ragazzo ebreo: divertitevi.


Ed è qui che un mio compagno di classe mi fece conoscere il mio primo fratboy, chiamiamolo Chad.


Chad era visibilmente ubriaco già a distanza, senza maglietta, con tipico outfit da fratboy (pantaloncini color khaki e scarpe da barca). Qualche round di beer pong e svariati shottini dopo, Chad mi bacia. Non ho tanti ricordi di quel giorno, ma diciamo che Chad non mi era rimasto molto impresso come interesse romantico. Più come un errore di giudizio che continuava a messaggiarmi senza tregua per due settimane dopo la festa.

Alla fine, ho ceduto ed ho deciso di dargli un'opportunità.


Iniziazione di un fratboy

Il problema di uscire con un fratboy è che non stai uscendo solo con lui, ma con tutti i suoi 'fratelli'. Chad era ancora nelle prime fasi di iniziazione quando l'ho conosciuto: non era considerato un membro ufficiale della confraternita, ma come un pledge, ovvero un membro in prova.


Il processo di iniziazione varia da organizzazione ad organizzazione. Tante università le hanno bannate, ma purtroppo ancora troppe confraternite e sorellanze svolgono questi processi di iniziazione in segreto. Il processo per entrare nella società greca avviene ad un livello mentale, fisico e monetario. Le persone interessate ad entrare in queste confraternite, devono pagare dai $200-$500 solo per l'iscrizione. Se vengono accettati, devono continuare a pagare la società qualche altro centinaio di dollari ogni semestre; i costi variano in base ai benefici offerti.


La confraternita di Chad aveva una casa sul campus dove ci vivevano più o meno una ventina di ragazzi dai 19 ai 25 anni d’età. Più che casa la chiamerei villa, attrezzata con un mega tavolo da biliardo, piscina, giardino, falò... e soprattutto, tantissimo alcol. Non mi scorderò mai la prima volta che ho messo piede dentro la loro casa.


Era in corso un'enorme festa, con un centinaio di persone dalle confraternite e sorellanze delle varie università. Ad ogni uomo che entrava alla festa veniva passato una pasticca di viagra. Ed io, essendo l'unica persona non associata ad una confraternita e sorellanza, mi sentivo abbastanza osservata e giudicata. Non so come facessero a saperlo con tutte le persone che c'erano, eppure mi avevano individuata subito.



Tra l'altro quella era anche la sera del mio primo keg stand (sai quella cosa nei film, quando ti prendono per le gambe, e ti mettono a testa in giù sopra un barile di birra per vedere quanta riesci a berne?)


Vabbè, comunque, qualche giorno dopo Chad mi scrive un messaggio per dirmi che non possiamo più uscire assieme in pubblico come se fossimo una coppia: evidentemente i suoi fratelli discoraggiavano i pledges dal socializzare con persone al di fuori della confraternita e della loro sorellanza. Però mi rassicurò dicendomi che potevamo essere trombamici.

A questo punto mando Chad a fanculo ed elimino il suo numero.


Hell week

Una sera, notte fonda, 2 del mattino, iniziano ad arrivarmi tremila chiamate da un numero sconosciuto. Decido di rispondere, e, sorpresa sorpresa, è Chad ubriaco che mi supplica di vederlo. Ovviamente rifiuto la sua fantastica offerta e gli chiudo in faccia.


Dopo mezz'oretta sento qualcuno bussare alla porta del mio dormitorio e vedo la faccia di Chad in lacrime dalla fessura della porta che mi supplica di parlargli, dicendomi che era in pericolo.


Per evitare di svegliare le mie tre coinquiline, ci mettiamo a parlare su una panchina davanti al mio palazzo. Chad, ancora piangendo, inizia a parlarmi di "Hell Week", la settimana dell’inferno.


La settimana prima di annunciare chi è stato accettato nella confraternita, i fratelli creano una serie di test di lealtà per tutti i membri in prova. Per Chad ed i suoi compagni in prova i primi giorni di Hell Week erano stati abbastanza innocenti. Gli avevano fatto pulire la casa della confraternita, tutte le loro macchine, i loro vestiti... cose un po' cosi.



Ad un certo punto però, la situazione era peggiorata.


Il consumo di alcol era una grande parte della loro confraternita e per loro significava bere fino allo sfinimento. I membri in prova dovevano sfidarsi in innumerevoli gare alcoliche, tra cui ‘come bere una birra in meno di 10 secondi’ e fino a quando non gli riusciva, dovevano continuare a sfondarsi. Chad mi raccontò che molti di loro non ce la facevano e spesso vomitavano. E se uno di loro vomitava, li costringevano a bere il loro vomito o il vomito del loro amico. Se qualcuno si rifiutava, veniva riempito di botte dagli altri membri.


A questo punto, Chad mi confessa che aveva fatto un video in segreto ad una delle loro sfide, e che voleva denunciare la confraternita alla polizia dell'università. Aveva registrato lui e i suoi amici durante un elephant walk, ovvero quando tutti i membri in prova si spogliano completamente, mettono in fila indiana aggrappandosi al pene della persona davanti a loro, e camminano un kilometro verso la casa della loro sorellanza per poi serenarle con una canzone.

Inoltre, aveva un secondo video segreto a di due membri della confraternita che facevano sesso con una minorenne ubriaca mezza addormentata.



Scioccata dal tutto, gli dico che credevo stesse facendo la cosa giusta e che lo avrei supportato in questa missione.


Il giorno dopo lo chiamo per vedere come sta, gli chiedo se aveva preso una decisione a riguardo della denuncia e come potevo aiutarlo. Chad mi risponde in vivavoce tutto ubriaco, facendo finta di non sapere di cosa stessi parlando... Passa un'altra settimana e lo becco sul campus assieme alla sua confraternita. Confusa e disgustata dal suo comportamento lascio perdere tutta la situazione, blocco il suo numero e chiudo questo capitolo della mia vita.


Qualche mese dopo, scopro che la confraternita di Chad è stata bannata dalla università a seguito di un overdose e morte di una ragazza di 18 anni ad una delle loro feste.


Conclusione - tutti hanno esperienze diverse, la mia ha fatto schifo.



> Vai a scoprire la nostra sezione ''sesso e relazioni'' per confrontarti, svelare dubbi, e spesso farti anche una risata.


Hai qualche domanda? Vuoi condividere la tua storia? Contattaci!


#esperienzedivita #lifestyle #america #riflessioni #sessoerelazioni #giovani

ABOUT               JOBS              SUBSCRIBE             CONTACTS

  • Facebook
  • Pinterest
  • Instagram

© Humangerie LLC