• Humangerie Team

Perché con gli anni e la distanza perdiamo le amicizie del passato

Perché certe amicizie perdurano negli anni ed altre no? Quali sono i fattori principali che dettano chi continuerà a far parte delle nostre vite, e chi, invece, rimarrà un'effimera relazione da social media?



Se sei intorno ai 20 anni e se, specialmente, ti sei trasferito all'estero o altrove, è probabile che stai iniziando ad accorgerti di quanto stiano cambiando le amicizie del tuo passato.


Magari col migliore amico che avevi l’anno scorso ora neanche ci parli più, non rientra nemmeno nel tuo giro di amici. Figurati il migliore amico di sette anni fa… Succede molto più spesso di quanto pensiamo, e tanti studi mostrano che più invecchiamo, meno amici abbiamo.


Uno studio in particolare, pubblicato sul Royal Science Open Science Journal, afferma che la maggior parte delle persone iniziano a ridurre il loro circolo di amicizie drasticamente dopo i 25 anni. Se ci pensi, non è così sorprendente: è l'età nella quale iniziamo le nostre vite indipendenti ed è l'età in cui iniziamo a decidere chi è veramente importante e prezioso per la nostra esistenza e, di conseguenza, valido di maggior sforzo per rimanerci in contatto.


Dall’età dei 5 anni fino ai 25 sperimentiamo varie esperienze formative e creiamo legami fortissimi con le persone che si trovavano lì mentre queste accadevano. Sono un po’ come un compagno di guerra con cui abbiamo condiviso queste strane fasi di vita.



> Palestra vs. yoga: una fisioterapista ci ha spiegato come dovremmo allenarci e perché



Quando siamo giovani, specialmente teenagers, è molto più facile formare amicizie attraverso la scuola, i nostri paesini... e per non parlare delle risate che ci siamo fatti le prime volte che ci siamo ubriacati nel giardino del nostro amico mentre i suoi genitori dormivano; i primi concerti, i primi amori, insomma tutti quei momenti mega cringe dell'adolescenza...


Gli scienziati dicono che in questo periodo della nostra vita, dai 13 fino ai 18 anni, sperimentiamo una fase definita 'di abitudini socialmente promiscue’:


"Questo potrebbe essere interpretato come una fase di campionamento sociale in cui gli individui esplorano i limiti delle opportunità a loro disposizione (sia per le amicizie, sia per i partner romantici) prima di stabilirsi definitivamente con quelli considerati ottimali, o di maggior valore."

Per quanto ci sembravano importanti e speciali queste amicizie da giovani, in realtà sono state create in una fase di vita basata sulla crescita e l'incertezza. Era un caos di emozioni e confusioni, le nostre amicizie dipendevano da chi ci era fisicamente vicino quando ci stavano accadendo alcuni dei cambiamenti più grandi della nostra vita. Forse neanche avevamo tanto in comune con molte di queste persone. Forse non avevamo gli stessi interessi, gli stessi valori, o lo stesso background economico o culturale . Però eravamo insieme in questo viaggio di scoperta, e per questo ci siamo ritrovati amici.


Poi cosa succede quando rincontri queste persone dopo tanto tempo che non le vedi? Vi fate qualche domanda sul lavoro, sull’università, sugli interessi romantici. Fate un tuffo nel passato, parlando di conoscenze condivise ed episodi assurdi che avete vissuto assieme, ma tra di voi rimane questo vuoto enorme ed inconcepibile.


Quel vuoto sono i sette anni trascorsi in cui non avete condiviso nessuna esperienza, in cui tu hai continuato a crescere, ma in modo più mirato e consapevole. In cui hai deciso la tua specializzazione, ti sei scelto una città nuova dove iniziare la tua carriera, ti sei fidanzato, hai identificato quei demoni che ti trattenevano dall'esprimerti, e che hai conquistato attraverso la disciplina e l’ulteriore scoperta di te stesso. Dopo che la vostra amicizia si è allontanata, hai imparato a riconciliarti con i traumi formativi della tua adolescenza, o hai imparato a seppellire il rancore di quei tempi.


Queste cose che hai superato (o che hai sepolto) erano le cose che vi rendevano amici. E quindi c’è una strana dissonanza. Sei abituato a vedere questa persona e sentire questa profonda connessione data da un’esperienza condivisa. E quando questi vecchi amici parlano dei vostri giorni di gloria, ti senti questo vuoto dentro volendo parlare del futuro, e loro volendo rimanere nel passato.


E’ molto triste in un certo senso, ma è completamente normale.

In un pezzo intitolato ‘Il Significato dell’Amicizia’, il dott. Lickerman scrive che "nulla lega le persone, anche le persone con poco in comune, [più] che aver vissuto la stessa difficile esperienza. Come unica colla per mantenere le amicizie a lungo termine, tuttavia, spesso si asciuga, si spezza e alla fine fallisce."


Questo è ciò che tendiamo a condividere quando invecchiamo: vecchie amicizie basate sulla storia. Sul fronte degli interessi comuni potresti scoprire che tu e il tuo amico non siete semplicemente sulla stessa pagina. Siete maturati entrambi oltre ogni fase in cui vi siete incontrati durante il liceo o le medie. O forse non avete mai condiviso interessi o valori comuni.


Forse la colla che legava la vostra amicizia erano solo le esperienze condivise e l'uguaglianza tra di voi, e il sostenervi a vicenda nei momenti difficili.


Secondo il dott. Lickerman, gli interessi in comune ci legano molto di più di quanto molti vorrebbero ammettere. "Quando i nostri interessi si divergono e non riusciamo a trovare niente di cui godere assieme, il tempo trascorso insieme tende a ridursi rapidamente", scrive. "Questo non vuol dire che non teniamo più agli amici con cui non abbiamo più cose in comune, ma sarà molto più rara la regolare interazione con tali amici."


Quando le amicizie svaniscono, non è necessariamente una brutta cosa. Nessuno di voi ha fallito l'altro come amico. La relazione che hai avuto in gioventù non è in alcun modo svalutata solo perché non è durata.



> Vite al limite: le verità di un'esperienza pre-morte



Adesso andiamo a scoprire i motivi principali del perché avviene questo distacco e perché, con l’età, ci risulta più difficile mantenere queste persone nella nostra cerchia.


Con l'età, arriva l'esperienza


Nel corso della tua la vita attraversi molte prove. Man mano che invecchi, scopri che ci sono alcuni amici che ti hanno supportato più di altri in questi momenti difficili. Così, impari a contare su quei pochi eletti e ti rimane meno tempo per le persone che non erano lì quando ne avevi bisogno.


Con l’età, hai meno pazienza per la falsità


Quando eri giovane probabilmente tendevi a cercare di accumulare quanti più amici possibile, avevi più pazienza e tolleranza per tutti quelli che incontravi. Invece, invecchiando, si ha sempre meno pazienza per l'insincerità. Impari che è meglio avere qualche amico sinceri piuttosto che tante relazioni superficiali.



Con l’età, impari a formare legami più profondi


Molte delle amicizie che avevi creato si sono semplicemente allontanate, ma ci sono quelle poche che sono rimaste con te nel bene e nel male. Condividendo così tante esperienze con questi pochi amici selezionati, si viene a creare un legame profondo più con loro. È il tipo di legame che può essere creato solo col tempo.


Con l’età, ti rendi conto del poco tempo che ti rimane


Man mano che invecchi diventi sempre più occupato: le esigenze di lavoro aumentano e, per quelli che iniziano a mettere su famiglia, potreste notare come il vostro tempo diventa sempre più ristretto.


Più il tuo tempo diventa prezioso, più ti ritrovi a valorizzarlo; quindi è meno probabile passi a trascorrerlo con amici di cui non ti piace veramente la compagnia. Risparmia il tuo tempo per quegli amici che contano davvero per te.


Con l’età, hai meno energia per incontrare persone nuove


Da giovane, potresti aver avuto l'energia di andare alle feste e socializzare nei bar per incontrare nuove persone e fare nuove amicizie. Da persona matura, ora, hai meno tempo e pazienza per queste attività. Preferiresti andare a casa di un vecchio amico e bere un bicchiere di vino invece che sforzarti ad uscire e incontrare nuova gente.


Con l'età, diventi più protettivo nei confronti della tua privacy


Invecchiando, potresti diventare più protettivo nei confronti dei tuoi segreti e della tua privacy. Sei disposto ad aprirti solo a pochi eletti. Non vuoi più che tutti conoscano le tue attività personali e ti fidi solo del paio di buoni amici su cui sai di poter contare. Purtroppo al giorno d'oggi, con i social media che ci invadono la vita, è più difficile evitare che le persone sappiano quello che stai facendo.



Quindi, quest'anno, quando ti riunirai di nuovo con la banda (o almeno ci proverai) affronta questo momento con aspettative realistiche: rivedere qualcuno che ti ha fatto sentire infinito quando avevi 18 anni non ti farà risentire nello stesso modo adesso. Anzi, potrebbe succedere il contrario. Potrebbe essere umiliante o forse anche un po' deprimente. Le riunioni dopo molti anni di distacco potrebbero sembrare un po' strane: c'è l'aspettativa, ansia, forse persino l'impulso di evitare il tutto.


Riconosci i sentimenti nostalgici per quello che sono: una testimonianza dei bei momenti che hai avuto, ma ora sei cambiato. Alcune amicizie sono destinate ad essere temporanee e basta. Accettare questo fatto è inquietante, ma continuiamo a farlo, mentre lo accettiamo meglio con le relazioni romantiche: puoi essere follemente innamorato di qualcuno, essere disposto a morire per quella persona, puoi passare anni della tua vita condividendo un tetto e un letto con questo qualcuno, poi succede qualcosa e non lo vedi mai più. E questo ci viene normale.

Con le amicizie è solo un altro episodio di crescita emotiva. Non dovrebbe essere poi così strano vedere alcune delle nostre amicizie in quel modo. Con questo, non sto dicendo che dovresti andare a tagliare i ponti di proposito. Rimanici amico su Facebook e se vi trovate entrambi nella stessa città e avete una serata libera, uscite assieme. Ma non ti abbattere se le cose non saranno le stesse. E non dovrebbero esserlo.


Quindi, tenete a mente tutto ciò la prossima volta che vedrete (o non) i vostri vecchi amici. E fateci sapere se queste riflessioni vi hanno aiutato a districare un po' di quella dissonanza emotiva che arriva col tempo.


#consigli #riflessioni #esperienzedivita #umani #cambiamento

ABOUT               JOBS              SUBSCRIBE             CONTACTS

  • Facebook
  • Pinterest
  • Instagram

© Humangerie LLC